Connettiti con noi

Italia

Nayt non ha tradito se stesso

Un rapper per definizione cambia molto durante la propria parabola artistica, ma Nayt negli anni, pur evolvendosi e maturando molto, ha comunque saputo conservare se stesso, senza tradirsi mai. E “Grazie prego scusa” ne è l’ennesima prova.

Il bivio dell’eroe

Secondo un antico mito greco narrato da Prodico, Eracle in un momento di ristoro durante un viaggio (che allegoricamente doveva rappresentare il passaggio dall’adolescenza all’età adulta), se ne stava chetamente seduto in solitudine, domandandosi se dedicare la propria vita alla virtù o al piacere.

Fu allora che gli apparvero due donne: una era d’aspetto bello e nobile ed appariva adornata al naturale, mentre l’altra era ben pasciuta e di morbide carni, imbellettata in modo da apparire di incarnato più bianco del vero, con un’andatura che la faceva apparire più dritta e alta del naturale; queste, insomma, incarnavano rispettivamente la Virtù e la Felicità.

Come per Eracle c’è un momento, nella carriera di ogni artista di successo, in cui ci si ritrova ad un bivio. Sebbene ogni tipo di dicotomia sia riduttivo e generalizzante, è pur vero che in casi come quello di Nayt è proprio il binomio di opposti che risulta spaventosamente adeguato: “Raptus vol.3”, infatti, è stato il crocevia personale del rapper romano, il momento in cui scegliere se seguire il rigore della virtù o la sazietà del piacere.

Nayt non è cambiato

“Raptus vol.3”, ancora ricolmo di brani che conservavano perfettamente l’identità originaria di Nayt, costituiva per lui un importante trampolino di lancio che, nell’atto di amplificarne il salto, gli avrebbe consentito sia di arrivare all’apice della sua carriera artistica, sia di “alleggerirsi” per arrivare ancora più in alto.

E se effettivamente egli è giunto in alto con la spinta delle sue sole gambe, sicuramente non ha rinunciato al suo peso specifico; a noi rimane solo da chiedersi di cosa avrebbe dovuto spogliarsi.

La verità è che qui sta il bivio erculeo: egli, con “Raptus vol.3”, ha avuto dinnanzi la scelta di una musica che scendesse a compromesso con il suono ricercato dalle folle e la lirica più abusata e nota; la rinuncia al tecnicismo in virtù di liriche semplici e semplificate, abbordabili e pubblicitarie.

Insomma, una scelta sicura, che qualcuno forse avrebbe giudicato nei primi mesi, ma di cui poi nessuno si sarebbe ricordato proprio perché prostituita. Ma qui, come nel caso di Eracle, si vede chi non può snaturarsi per un fine tanto basso, ovverossia l’eroe: venerdì scorso Nayt ha scelto la Virtù e l’ha intitolata “Grazie prego scusa”.

Ascolta ora: “Grazie prego scusa” di Nayt

“Grazie prego scusa” suona come un sequel

“Grazie prego scusa” è un distillato di tutte le caratteristiche positive di “Raptus vol.3”: ci sono lo sperimentalismo e la varietas di flow tipici di “Brutti sogni”, ma anche la tecnica e la consapevolezza gonfia di egotrip di “Fame” (“Io sono il più forte in Italia” suona un po’ come “Sono Kendrick ed Eminem, in Italia rivoluziono”).

Ascolta ora: “Brutti sogni” di Nayt

Ascolta ora: “Fame” di Nayt (feat. Madman)

Ma non è tutto qui: ci sono anche, a ben guardare, la mestizia malinconica sullo sfondo con l’insicurezza di “Per essere vivi”, e il senso critico di “Animal”.

Ascolta ora: “Per essere vivi” di Nayt

Insomma, il brano (e con esso il suo autore) non rischia la sindrome diffusissima in Italia del “Non sei più quello di Mi Fist”, pur esibendo comunque ottime capacità in continuo miglioramento dal punto di vista della scrittura. Inoltre, il ritornello – che si apre alla melodia come già in “Raptus vol.3” – pone in evidenza, mediante lo stacco del cantato, l’abilità tecnica di Nayt.

Per rimanere aggiornato su tutte le novità del mondo Urban continua a seguire il nostro magazine.

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter

Popolari

Fedez ha provato a spiegare la sua strategia senza riuscirci

Italia

Nipsey Hussle Nipsey Hussle

Chi era Nipsey Hussle?

Estero

Come funziona un tour europeo?

Italia

Come si ottiene il permesso per un sample?

Italia

Come cambierà la musica con la nuova legge europea?

Lifestyle

Rkomi, ci è piaciuto il disco?

In Evidenza

marracash guerra marracash guerra

La guerra di Marracash

Italia

Fotoromanzo: Capo Plaza

Italia

Connettiti
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter