Connettiti con noi

Italia

Alla scoperta di VillaBanks

Di recente un suo brano intitolato “Candy” è entrato nella top 10 della Viral di Spotify. Ma chi è VillaBanks e perché bisognerebbe concedergli un ascolto?

“Sono un cantante hiphop italiano, sto a Milano. Ho iniziato a suonare il sassofono a 7 anni, a scrivere i testi a 10. Traggo ispirazione da tutto quello che ascolto, dalla trap francese all’R&B anni 90′. Voglio fare della musica la mia lingua universale, il mio modo di parlare di tutto a tutti.”

Questo riportava il sito di VillaBanks alla voce “Su di me”: una dichiarazione di intenti semplice, ma ambiziosa. Ma chi è davvero VillaBanks?

Gli esordi

Il primo brano apparso sul suo profilo Spotify si intitola “9mesi”, e risale al 17 agosto 2018.

Ascolta ora: “9mesi” di VillaBanks

Dalla traccia si evincono due cose fondamentali: la prima è che il giovane rapper ambrosiano fa dell’onestà il suo primo vanto (“Tutto vero le cazzate non le dico manco nei pezzi/Perché l’onesta non ha prezzo/Per questo la gente mi apprezza”), mentre la seconda è la capacità di toccare con delicatezza argomenti intimissimi come i problemi con il fisco del padre, la conseguente evasione dai problemi nei piaceri, le sue recenti vicende legali (“Pago l’avvocato coi risparmi per la bocco”).

Il secondo brano è “Guadalajara”, in collaborazione con Nerissima Serpe.

Ascolta ora: “Guadalajara” di VillaBanks

Nella ripetizione costante del nome del capoluogo di Jalisco, il brano del 20 febbraio 2019 abbandona i toni più pacatamente intimisti, enfatizzando i moduli tipici del rap in uno stile semplice ma lapidario.

Le due tematiche si fonderanno poi in “M”, in un ritornello ipnotico e onirico che sintetizza il sogno mitizzato del mondo di “Scarface” sommandolo alla vanità dei risultati della vita di strada (“Sentivo come un eco che chiedeva perché / Rischi per quei pali / Con la pana compri due cinture da Hermes / Non la villa a Cali”).

Ascolta ora: “M” di VillaBanks

Il 2019: “Non lo so”

Il 30 settembre 2019 esce il suo primo album, “Non lo so”. Fra i brani meglio riusciti, grazie anche alla mano di Linch (il suo producer) sicuramente si può annoverare “S”.

Ascolta ora: “S” di VillaBanks

Il brano è uno dei più intimi del rapper milanese, e sviluppa la tematica amorosa declinandola nel senso del pensiero ossessivo e del rimorso (“Passato un anno e in testa ho solo te / Con sta keh in camera d’hotel / La scopo non le parlo resto al tel” e “Avrei dovuto dirti che / Me ne fotto delle altre / E che voglio solo te”).

La novità più significativa è sicuramente l’uso del francese (nell’outro) e dello spagnolo (nel ritornello), mescolati alla ricerca di un sound internazionale ed esotico.

A questo brano risale tuttavia anche il brano che ha riscontrato il feedback più positivo (6 milioni di plays su Spotify) della sua produzione: “Candy”.

Ascolta ora: “Candy” di VillaBanks

Il brano ha un mood accostabile a quello di Fredo, sia negli argomenti che nel sound innovativo.

Il 2020: “Quanto Manca”

Segue a “Non lo so” il secondo album di VillaBanks, “Quanto manca”, pubblicato appena tre mesi dopo il primo. Fra i brani che finora hanno raggiunto i migliori risultati sicuramente c’è “Caribe” (che vede al beat ancora Linch, ma con Brando Luis).

Ascolta ora: “Caribe” di VillaBanks

Il brano ruota intorno al ruolo di surrogato che assume una delle più intense varietà note di cannabis sativa nell’ottica della conclusione di una relazione intensa e sofferta (“Gli altri non son come noi, le altre non son come lei / Se ne fotte dei carati, profuma di Caraibi / E se fumo caribe è solo per dimenticarti”).

Controcanto della bella che “se ne fotte dei carati” è la “Barbie” dell’omonimo brano.

Ascolta ora: “Barbie” di VillaBanks

Attorno alla ragazza orbitano le tematiche più basse, come quella della cocaina e del sesso (“Pippa troppo sotto agli occhi c’ha le borse / Muove il culo solamente sul mio zzoca”).

Proprio questa antitesi spiega bene l’album: un disco vario, ricchissimo di opposti e antitesi sempre ben intrecciate nell’ordito del prodotto finale da una penna ora ricercata e ora spiazzante.

Il rapper milanese esibisce, insomma, notevoli qualità: un’iperproduttività che denuncia grande fame, la capacità di rappare su qualunque genere di beat, la rabbia e la credibilità per entrare di diritto nel circuito dei rapper più affermati e un orecchio particolare per il ritornello catchy.

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter

Popolari

Fedez ha provato a spiegare la sua strategia senza riuscirci

Italia

Nipsey Hussle Nipsey Hussle

Chi era Nipsey Hussle?

Estero

Come funziona un tour europeo?

Italia

Come si ottiene il permesso per un sample?

Italia

Come cambierà la musica con la nuova legge europea?

Lifestyle

Rkomi, ci è piaciuto il disco?

In Evidenza

marracash guerra marracash guerra

La guerra di Marracash

Italia

Fotoromanzo: Capo Plaza

Italia

Connettiti
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter