Connettiti con noi

Articoli

Nessun artista pop in Italia ha la penna di Mahmood

perché ha la capacità di saper raccontare con l’intensità di un cantautore, senza dimenticare il soul.

Scrivere è un’arte delicata, necessita un dispendio di energie non indifferente per uscirne indenni. L’equilibrio che consente la sopravvivenza della mano che impugna la penna è messo alla prova continuamente, si nutre di tutto quello che gli si muove attorno come se fosse un corpo a sé stante, obbligandola a non tralasciare niente.

Ci sono le vite degli altri, le paure che si rincorrono, appartamenti soffocanti in città immense, ma anche notti lunghe stagioni intere e amori più che possibili, quotidiani. 

«Quando scrivi una canzone, che è un piccolo gioiello, nel momento in cui la canti non è più tua. Ognuno la porta da qualche parte, finisce per essere tempo.»

De Gregori, in una vecchia presentazione di Passo d’uomo, racchiuse in una sola frase la portata di ciò che è ogni atto comunicativo: un’infinità di possibilità.

C’è lo spazio entro il quale viene raccontata una storia, quello dove questa prende forma e si dirama per le strade, autori e artisti che si raccontano o personaggi che vivono; tutto diventa una visione, uno spaccato che è sempre possibile, verosimile nella sua inconsistenza.

Diventa fine a sé stesso e quando si fa arte finisce per non appartenere nemmeno più all’artista, ma si trasforma in una memoria collettiva.

Ed è qui che si plasma l’abilità di Mahmood, la capacità di saper raccontare con l’intensità di un cantautore, senza dimenticare il soul.

Zero point energy

Tutti gli artisti, nel corso della loro carriera, hanno avuto un cosiddetto ZPE ovvero quello che la fisica – energeticamente – definisce come il punto più basso di un sistema.

Un punto d’origine insomma. E per Mahmood questo è stato Sanremo

Il palco dell’Ariston oltre ad avergli dedicato il primo posto lo scorso anno lo ha, di fatto, iniziato al mercato dei grandi numeri. “Soldi” dopo la presentazione al Festival ha dominato le classifiche FIMI per sei settimane consecutive, rientrando nella rosa dei video più visti su YouTube Italia nel 2019. 

Per quanto la vittoria sia stata un successo su vari fronti – in un contesto che non alimenta propriamente né le nuove tendenze musicali né gli emergenti in sé, nonostante ci sia una categoria dedicata – Alessandro ha una penna molto più fine.

Il brano è una hit, ancora oggi presente nelle playlist virali e spesso passata in radio, ma la sua abilità credo si sia palesata maggiormente in altri testi.

E qui occorre fare una distinzione perché Mahmood non solo da vita alle tracce che poi interpreta, ma scrive quelle che diventano hit internazionali per altri colleghi; basta dare un’occhiata ai crediti dei brani di artisti come MengoniRoshelleElodie o Michele Bravi per rendersene conto. 

Ascolta ora

Inizia nel 2012 con la partecipazione ad X Factor, nel 2015 arriva nell’Area Sanremo dove si aggiudica la possibilità di partecipare l’anno successivo prendendo il quarto posto tra le Nuove Proposte con “Dimentica”. Vince poi il Summer Festival, ma è dal 2018 che i media comprendono quello che il panorama discografico aveva già capito da tempo.

Pubblica il singolo “Urumaki” e con questo partecipa all’Italian Music Festival, vincendo e facendo doppietta a Sanremo Giovani 2018 (aggiudicandosi anche il premio della critica Mia Martini). 

Guarda ora

L’anno d’oro

In meno di dodici mesi è passato dall’essere (esclusivamente) la rivelazione di Sanremo al tour europeo, il Best Italian Act agli MTV Europe Music Awards ed il secondo classificato agli Eurovision Song Contest; aggiungiamoci pure il premio Marcel Bezencon per la miglior composizione musicale.

Niente male per il solo 2019, anno in cui tra tutti questi traguardi il primo progetto ufficiale viene certificato disco d’oro un paio di mesi dopo l’uscita. 

“Gioventù Bruciata” è una card importante, giocata al momento giusto e perfettamente calibrata in undici tracce assoggettate a quell’equilibrismo di cui parlavamo in apertura. Due featuring significativi quelli di Guè Pequeno e Fabri Fibra ed il giusto spazio a Mahmood, nella sua complessa interezza. 

35 minuti che sono spesso autobiografici e molto personali. Tra i temi più calcati ci sono le dinamiche ed i conflitti familiari, l’amore, l’integrazione ed una figura paterna che aleggia come fosse un po’ fantasma e un po’ angelo custode. 

È un disco dolce, fatto di una malinconia alla Nicholas Ray: velata, ma intuibile.

La stessa copertina riprende la celebre scena di Rebel Without A Cause, film statunitense tra i migliori cento di tutti i tempi – secondo l’American Film Institute – in cui James Dean beve del latte. 

James Dean, Gioventù Bruciata

Ascolta ora

Il nuovo album

Prima di annunciare le 13 date del tour europeo e di rilasciare l’ultimo singolo che ufficialmente anticipa il secondo album, previsto in primavera, Mahmood ha preso parte agli altri due dischi protagonisti del 2019 appena concluso. Ha collaborato infatti con Marracash in Persona – nella settima traccia del disco “Non sono Marra, La pelle” – e in “8rosk1” insieme a tha Supreme, tracce che hanno rispettivamente 9 e 6 milioni di riproduzioni Spotify.

Dopo “Barrio”, brano pubblicato ad agosto, qualche giorno fa tramite un breve video Instagram Alessandro ha scritto: «Ora uno dei pezzi più importanti di me diventerà vostro.» 

Ascolta ora

Riconfermandosi maestro della scrittura pop. 

FF: le polemiche su quello che sarà il festival della canzone italiana di quest’anno stanno, negli ultimi giorni, inondando qualsiasi piattaforma digitale immaginabile. Tra le tante cose dette parrebbe che sia stato chiesto ad Amadeus (conduttore dell’edizione 2020) chi avrebbe voluto come ospite fuori gara: indicando Ultimo tra le proposte, al giornalista è venuto spontaneo chiedere di Mahmood. Il commento del presentatore, diventato poi virale su Twitter è stato:

«È un Festival imprevedibile, c’è la possibilità che Mahmood apra Sanremo.» 

Per ora l’unica certezza sta nei credits: Alessandro è infatti l’autore, insieme a Dardust, del brano “Andromeda” portato alla kermesse da Elodie. 

Per rimanere aggiornato su tutte le novità del mondo Urban continua a seguire il nostro magazine.

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter

Popolari

Fedez ha provato a spiegare la sua strategia senza riuscirci

Italia

Nipsey Hussle Nipsey Hussle

Chi era Nipsey Hussle?

Estero

Come funziona un tour europeo?

Italia

Come si ottiene il permesso per un sample?

Italia

Come cambierà la musica con la nuova legge europea?

Lifestyle

Rkomi, ci è piaciuto il disco?

In Evidenza

marracash guerra marracash guerra

La guerra di Marracash

Italia

Fotoromanzo: Capo Plaza

Italia

Connettiti
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter