Connettiti con noi

Italia

Come l’ordine della tracklist incide sullo streaming

L’organizzazione della tracklist, ovvero la successione delle tracce all’interno di un album, è un punto topico di ogni lavoro discografico. Per ogni artista scegliere in quale posizione mettere o meno una data canzone è una scelta cruciale che determinerà la scorrevolezza dell’album e favorirà gli streaming.

L’organizzazione della tracklist, ovvero la successione delle tracce all’interno di un album, è un punto topico di ogni lavoro discografico. Per ogni artista scegliere in quale posizione mettere o meno una data canzone è una scelta cruciale che determinerà la scorrevolezza dell’album e – questione importante – favorirà gli streaming.

L’importanza della tracklist

L’annuncio della tracklist è sempre uno dei momenti più attesi dal pubblico. La sua “release” viene chiesta a gran voce dai fan di un determinato artista. Dalla sua prima lettura infatti cominciano le prime suggestioni riguardo un album: la successione delle tracce, il loro nome, i featuring presenti danno, ancora prima dell’ascolto, una prima impressione su un determinato lavoro.

L’album non deve mai annoiare, deve sempre attirare l’attenzione; deve essere compatto e coinvolgente: solo in questo modo il pubblico sarà propenso a dare continuità di ascolto al disco di un’artista. La cosa più importante rimane creare delle belle tracce, di qualità, ma altrettanto fondamentale è in che ordine queste tracce vengono inserite all’interno di un disco.

La costruzione della tracklist dà infatti il ritmo al disco: segna i momenti più d’impatto, regola l’atmosfera e il mood del disco (da tracce più allegre a quelle più dark) scandisce i punti salienti di ogni disco.

Ciascun artista, attraverso la scelta dei brani da mettere in scaletta, determina una gerarchia dei brani; tuttavia non sempre la traccia messa in ultima posizione significa che è la meno importante del disco e, viceversa, non sempre la prima è la canzone di punta di un disco.

Come organizzarla

Molti lavori nell’ambito rap sono soliti partire con la traccia “banger”, ovvero col pezzo più d’impatto, oppure attraverso un intro che introduce il concept dell’album. Altri, invece, sfruttano il featuring d’eccezione, che mettono – spesso – all’inizio del proprio lavoro. Statisticamente le tracce con più streaming sono, togliendo molto banalmente la traccia in prima posizione, quelle dove l’artista in questione è in featuring: la somma dei pubblici dei due o più artisti riesce infatti a catalizzare più ascolti possibili e diversificati.

Le tracce più calde del disco vanno selezionate con cura: non vanno messe né troppo presto, per non rompere subito la sorpresa e disincentivare l’ascolta di altre tracce, né troppo in fondo nella tracklist. Poiché in quest’epoca dove la soglia dell’attenzione è molto bassa, la propensione ad abbandonare l’ascolto di un album per poi passare ad un altro lavoro di un’artista differente è molto alta. Anche per questa ragione la maggior parte degli album usciti negli ultimi anni difficilmente si presenta con più di 12/13 tracce.

Il caso tha Supreme

Anche sul piano della concezione della tracklist tha Supreme si è dimostrato attento alle dinamiche dello streaming.  In “23 6451” l’arista romano ha infatti messo nelle prime 7 posizioni le tracce già edite e ha lasciato sul finale proprio le novità. Questo per distribuire l’ascolto sull’intero album e orientare gli streaming fino all’ultima canzone. Si tratta di una mossa che ha dato i suoi frutti se si vanno a vedere i risultati dei suoi brani.

Ascolta ora tha Supreme “23 6451”

Il primo album ufficiale del rapper e produttore 18 enne è stata la sorpresa dell’anno: tutte le tracce del disco hanno avuto numeri pazzeschi, tanto che l’album ha ottenuto nella prima settimana di release 59 milioni di streams (miglior esordio settimanale di sempre sulla piattaforma in Italia) e disco d’oro alla seconda settimana di uscita.

Guarda ora “tha Supreme live a X Factor”

Per rimanere aggiornato su tutte le novità del mondo Urban continua a seguire il nostro magazine.

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter

Popolari

Fedez ha provato a spiegare la sua strategia senza riuscirci

Italia

Nipsey Hussle Nipsey Hussle

Chi era Nipsey Hussle?

Estero

Come funziona un tour europeo?

Italia

Come si ottiene il permesso per un sample?

Italia

Come cambierà la musica con la nuova legge europea?

Lifestyle

Rkomi, ci è piaciuto il disco?

In Evidenza

marracash guerra marracash guerra

La guerra di Marracash

Italia

Fotoromanzo: Capo Plaza

Italia

Connettiti
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter