Connettiti con noi

Italia

Fantafeaturing: Ketama126

La parabola di Ketama126 è tutto fuorché paradigmatica, e il suo personaggio non è per nulla convenzionale: per questo fare delle ipotesi sui featuring che inserirà in “Kety” è stato difficile.

Premessa

La parabola di Ketama126 è tutto fuorché paradigmatica: appressatosi alla musica grazie al metal (da ragazzo suonava il basso in gruppo), se ne affranca emergendo grazie al rap nella zona di Roma insieme alla sua crew, la 126 (che – per chi non lo sapesse – deriva il proprio nome dal numero dei gradini della scalinata che separa Trastevere da Monteverde, il luogo in cui nella verde età adolescenziale i suoi membri trascorrevano le giornate).

Kety si pone (perché di fatto lo è) come un provocatore, e la scena lo coglie subito: egli è fra i primi a fondere l’uso degli strumenti (residui dei suoi trascorsi da metallaro e rocker) e attitudine trap (si pensi a brani come “Rehab”, in cui il citazionismo arriva a scomodare il frontman dei Nirvana, Kurt Cobain), aprendo il filone della grunge trap. Ma il Classe ’92 non si limita ad un’attitudine punk solo nelle scelte formali.

Ascolta ora: “Rehab” di Ketama126

Kety infatti fa scelte oltre che ardite anche crude, senza la minima remora di alcun genere. Egli non scende a compromessi, e per questo squarcia il velo della pudicizia: vomita sull’indignato perbenismo di internet un video come quello di “Lucciole”, in cui si vedono “Mein Kampf”, maijuana e droghe varie negli stessi frame.

Guarda ora: “Lucciole” di Ketama126

Comunque, dopo le collaborazioni monolitiche dei mesi scorsi come “Mille strade” e “Cos’è l’amore” (con le quali ha puntato l’attenzione sulle sue sfumature più intimistiche), qualche giorno fa ha finalmente annunciato il suo primo disco ufficiale, “Kety”, previsto per il 18 Ottobre di cui tuttavia non ha ancora rivelato la tracklist.

Ascolta ora: “Mille strade” di Night Skinny

I featuring già noti

Provando a fare delle ipotesi sui featuring che Ketama ha annunciato e tentando di mettere ordine al già noto, ho provato a figurarmi quali artisti sarebbero interessanti da vedere nel disco (il numero che propongo eccede il limite di sette confermato da Ketama, poiché l’articolo ha natura congetturale).

Come abbiamo visto la qualità più significativa di Ketama è sicuramente la versatilità, che gli permette il barcamenarsi fra i generi rendendoli pure etichette merceologiche.

Sappiamo già che fra i rapper che Kety inserirà nel nuovo disco c’è Franco126. L’alchimia venutasi a creare fra i due sui banchi di scuola sembra essere ancora eloquente, come dimostra “Cos’è l’amore”, la collaborazione con Franco Califano.

Ascolta ora: “Cos’è l’amore” di Ketama126

Ancora più interessante però sarebbe una traccia che riunisse i volti più significativi della Lovegang126 (sebbene non ci sia stato accenno da parte del rapper ad un singolo simile): insomma, una traccia programmatica con Pretty Solero, Drone126, ASP126, Ugo Borghetti e tutti i vari affiliati.

Un altro artista che sarà presente – come annunciato ieri da Ketama stesso – sarà poi Massimo Pericolo, in “Scacciacani” (il primo disco d’oro di Ketama).

Ascolta ora: “Scacciacani” di Ketama126

Una bomba pronta ad esplodere

Uno dei featuring che sarebbe particolarmente curioso da ascoltare potrebbe essere quello con uno dei gruppi più importanti per il rock italiano di tutti i tempi: gli Afterhours.

Da un punto di vista prettamente tecnico, suonare con artisti della risma di Rodrigo d’Erasmo (l’arco del gruppo) potrebbe dare un’impronta qualitativa completamente differente al lavoro di Ketama.

Inoltre, la supervisione di Agnelli non rischierebbe di disinnescare il tasso di pericolosità intrinseca della penna di Kety, ma anzi agirebbe da detonatore facendone brillare le qualità migliori.

Le collaborazioni che vorremmo ascoltare

Da quell’ambito poi – proprio in virtù delle sue plurime potenzialità – egli potrebbe spostarsi verso il rap hardcore mediterraneo, magari con una collaborazione con Speranza e Barracano, mediata da uno dei vati del rap italiano: Gué Pequeno.

Se infatti il mood dei primi due gli è forse più vicino, Gué si configura sempre come un suggello di qualità imprescindibile per un rapper che ha già dimostrato tanto ma a cui manca una conferma definitiva.

Penso che poi un altro gruppo interessante con cui collaborare potrebbero essere i Tauro Boys, con cui fra l’altro pare ci sia un rapporto d’amicizia stretto e datato (qualcosa – magari – come il loro recente successo “Bella Bro”, in collaborazione con un altro amico di Kety: Side Baby).

Infine, se fossi Ketama, fra gli artisti italiani penserei sicuramente a Noyz Narcos e magari a Nto (possibilmente sullo stesso beat, di Skinny o di Don Joe in collaborazione con Generic Animal); dopotutto, da sempre per la scena romana il primo e per quella italiana il secondo costituiscono tanto degli assi d’orientamento imprescindibili quanto un punto d’arrivo per un artista della scena.

Per rimanere aggiornato su tutte le novità del mondo Urban continua a seguire il nostro magazine.

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter

Popolari

Fedez ha provato a spiegare la sua strategia senza riuscirci

Italia

Nipsey Hussle Nipsey Hussle

Chi era Nipsey Hussle?

Estero

Come funziona un tour europeo?

Italia

Come si ottiene il permesso per un sample?

Italia

Come cambierà la musica con la nuova legge europea?

Lifestyle

Rkomi, ci è piaciuto il disco?

In Evidenza

marracash guerra marracash guerra

La guerra di Marracash

Italia

Fotoromanzo: Capo Plaza

Italia

Connettiti
Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter